Design senza sprechi

Design senza sprechi - Liceo Artistico Orsoline
Design senza sprechi - Liceo Artistico Orsoline
Design senza sprechi - Liceo Artistico Orsoline

Design senza sprechi

Gli scarti prodotti dalla lavorazione artigianale o industriale di un oggetto sono spesso più affascinanti dell’oggetto stesso, tuttavia se non gestiti responsabilmente si trasformano inevitabilmente in pezzi senza valore, inutili e sempre numerosi, spesso, quantitativamente ingestibili.

Per evitare di produrre scarti si può pensare di invertire il canonico percorso progettuale che pone come unico obiettivo il raggiungimento in ogni progetto di buoni risultati estetici e funzionali, trascurando però totalmente la quantità di sfridi che la lavorazione di quello stesso oggetto può provocare. Si può invece pensare di progettare anche lo sfrido, inalzandolo a elemento primario, indispensabile al completamento dell’oggetto progettato.

L’oggetto nato da tale ciclo ideativo e produttivo sarà un oggetto “Autarchico”, che basta a sè stesso, in cui “positivo” e “negativo”, pezzo buono e pezzo da gettare convivono in un unica entità, entrambi protagonisti e ugualmente indispensabili alla compiutezza dell’oggetto. Seguendo questa traccia si possono immaginare nuove tipologie di oggetti a scarto zero, in cui il vincolo progettuale può trasformarsi da “limitante” a “virtuoso” aprendo nuove e infinite potenzialità formali e funzionali.


A partire da questo tema le classi quinte indirizzo Architettura e Figurativo hanno lavorato guidati dal Designer Paolo Ulian. I progetti migliori selezionati sono stati quelli di Kazuchi Okochi e di Silvia Contini di classe 5° indirizzo Architettura.

Clicca per vedere i progetti:
Kazuki Okochi
Silvia Contini
Alex Blandini
Livia Vailati
Ludovica Villa

  • Date 25 luglio 2016
  • Tags Home, Laboratori